Le ultime notizie

Accademia e Festival. Due compleanni per il peperoncino

Articolo  0 Commenti
Interlinea+- ADimensione Carattere+- Stampa questo articolo
Accademia e Festival. Due compleanni per il peperoncino
Ti può interessare anche:

di Enzo Monaco, presidente dell'Accademia Italiana del Peperoncino  

Il 2012 è un anno importante per il peperoncino. L’Accademia compie diciotto anni e il Peperoncino Festival venti. Due tappe fondamentali per la promozione della “cultura piccante”, due traguardi prestigiosi che non possiamo ignorare.
Prima dei progetti e delle celebrazioni uno sguardo al passato. Con una domanda immediata: perché Accademia e Festival non sono coetanei? Il Peperoncino Festival è nato prima. Nel 1992 nell’entusiasmo delle “Colombiadi”, una manifestazione che a Genova voleva ricordare Cristoforo Colombo, le sue caravelle e i cinquecento anni della scoperta dell’America. Mentre a Diamante, in Calabria, un comitato spontaneo ricordava con un Festival che su quelle caravelle arrivarono in Europa la patata, il pomodoro, la melanzana e soprattutto il peperoncino. Nell’intenzione degli organizzatori doveva essere una manifestazione “una tantum” legata al cinquecentenario ma fu subito successo e si pensò di continuare ogni anno. Solo due anni più tardi nacque l’Accademia. Una struttura permanente che doveva organizzare il Festival e che, nel corso degli anni, è diventata soprattutto un’associazione, per approfondire e diffondere la cultura piccante. Fino ad arrivare a oltre ottanta “delegazioni accademiche” operanti sul territorio nazionale e una ventina di “sedi di rappresentanza” in tutto il mondo. Venti anni di sacrifici, di impegni, di affermazioni e di successi che meritano di essere ricordati e rivissuti nella duplice ricorrenza di quest’anno.
I progetti sono tanti e importanti. Per il Festival un gemellaggio col Perù “prima patria” del peperoncino, uno sguardo al Mediterraneo culla di civiltà piccanti, pubblicazioni, convegni, seminari, conferenze stampa in Italia, in Francia e in Germania. Servizi speciali con Saporipic. Per l’Accademia il completamento e la realizzazione di tanti progetti ambiziosi: Calabria capsicum il centro sperimentale per la coltivazione del peperoncino; l’Università del gusto per la valorizzazione della gastronomia piccante; la catena Ristorantipic e il sogno della carta dei peperoncini per gustare, oltre al piccante, i profumi e gli aromi dei diavolilli. Fino a una bella pubblicazione col racconto di questi anni piccanti. Un programma ambizioso che contiamo di realizzare anche con l’aiuto, i suggerimenti e i consigli di tutti gli Accademici d’Italia.
Sperando di non fare “i conti senza l’oste”. Intendendo per oste la crisi economica che attanaglia il nostro Paese. E che in Calabria è ancora più soffocante.  

Enzo Monaco
Presidente Nazionale Accademia Italiana del Peperoncino
Articolo pubblicato in Sapori d'Italia 28, Febbraio/Marzo 2012

Tags: ventennale , spori pic , peperoncino festival , calabria , accademia del peperoncino

Articolo  0 Commenti

Sapori pic

Paestum, Capodanno, Congresso, Diplomi  e “carriera piccante”

Paestum, Capodanno, Congresso, Diplomi e “carriera piccante” 0

Cerimonia di consegna col nostro presidente Enzo Monaco e col segretario Arnaldo Grisolia. Tutto si è svolto nell’ultimo congresso nazionale dal 31 Dicembre al 2 Gennaio all’Hotel Ariston di Paestum. Dove i congressisti, tutti insieme hanno celebrato il congresso e hanno festeggiato il nuovo anno. Nell’occasione hanno avuto anche la possibilità di visitare i templi (la giornata era splendida) e…