Le ultime notizie

Aimo e Nadia, un esempio che si rinnova

Articolo  0 Commenti
Interlinea+- ADimensione Carattere+- Stampa questo articolo
Aimo e Nadia, un esempio che si rinnova
Ti può interessare anche:

La cena inaugurale del Vinitaly 2014 è stata affidata al Luogo di Aimo e Nadia, ristorante a cui, in occasione del Vinitaly del 2010, fu assegnato il premio Trasparenza dall'Accademia delle 5T

 

Il 5 aprile, a Palazzo del Gran Guardia a Verona, la cena di gala che presiede l'annuale kermesse vinicola, sarà firmata dal ristorante di Milano "Il Luogo di Aimo e Nadia", un mito e un simbolo del buon mangiare nella metropoli meneghina. Ormai da mezzo secolo Aimo e Nadia rappresentano una cucina vera che rispetta le priorità di un ristorante che fa con professionalità e coscienza il suo mestiere: in primo luogo piatti sani e buoni, poi, per chi ne ha le capacità, belli, infine ciò che è di pochi grandi, emozionare. Emozionare, non stupire, come purtroppo oggi è la priorità di molti chef celebrati dai media per i quali il buono (e tantomeno il sano) è l'ultima delle preoccupazioni. Alessandro Negrini e Fabio Pisani, eredi ai fornelli di Aimo, hanno ereditato proprio anche la capacità di emozionare con una cucina che sa rinnovare la tradizione soprattutto nella valorizzazione – ottenuta con un vero e proprio racconto nel piatto - degli splendidi prodotti tipici del nostro paese.

Sempre a Vinitaly, nel 2010, l'Accademia delle 5T ha assegnato ad Aimo e Nadia il premio "Trasparenza" per la miglior assistenza in sala, ideato come riconoscimento a quei ristoranti che sanno raccontare e valorizzare gli ingredienti usati con un'informazione da un lato esaustiva dall'altro capace di incuriosire e interessare. Ecco la motivazione:

"Aimo Moroni e la sua famiglia rappresentano la storia dell’alta cucina italiana, ma soprattutto hanno anticipato i tempi sia nel raccontare con entusiasmo le proprie esperienze all’ospite sia nell’ossessiva selezione di prodotti superiori, effettuata di persona, non tramite aziende specializzate bravissime nello scovare il buono ma che poi lo propongono, sempre lo stesso, a tanti ristoratori".

 

Tags: vinitaly 2014 , premio trasparenza , il luogo di aimo e nadia , aimo moroni

Articolo  0 Commenti

Editoriale

La gastronomia patrimonio culturale

La gastronomia patrimonio culturale 0

Con la risoluzione approvata il 12 marzo 2014 il Parlamento europeo riconosce i valori educativi, formativi e sociali di un’arte vera: il buon mangiare.Ciò che è stato votato recentemente al Parlamento europeo di Strasburgo rappresenta una pietra miliare verso un'Europa dell'agroalimentare che dia il giusto valore alla terra e ai suoi prodotti a partire dalla prima delle arti del quotidiano:…