Le ultime notizie

Approvato il progetto di tirocini dell’IPSARCT G. Ambrosini di Favara (AG)

Articolo  1 Commenti
Interlinea+- ADimensione Carattere+- Stampa questo articolo
Approvato il progetto di tirocini dell’IPSARCT G. Ambrosini di Favara (AG)
Ti può interessare anche:
L’Istituto Professionale di Stato per i Servizi per l’Enogastronomia, l’Ospitalità Alberghiera e Commerciali Gaspare Ambrosinidi FAVARA-AGRIGENTO ha visto approvato il suo progetto di tirocini per giovani in formazione professionale iniziale dal titolo: "GROWING IN EUROPE TO MAKE EUROPE GROW" – acronimo GEMEG, presentato nella misura LLP-Leonardo da Vinci, azione IVT (people in Initial Vocational Training).

di Astrid Donadini

Sintesi del progetto

Obiettivo primario e trasversale del nostro progetto è la crescita umana e culturale, in senso lato, nei nostri ragazzi, che, nella maggior parte dei casi, non ha mai varcato i limiti della propria provincia se non in sporadiche occasioni, spesso legate a bisogni sanitari o materiali in genere.
Abbiamo già notato significativi mutamenti di atteggiamenti nei confronti del diverso da sé a séguito delle visite di studenti stranieri nel nostro istituto e ancor di più in occasione delle esperienze di mobilità in occasione di un precedente Progetto Comenius; le possibilità offerta da un periodo di tirocinio formativo all’estero costituirebbero l’occasione di un salto di qualità nella loro crescita umana e professionale, nonché sulla coscienza di essere cittadini europei, di enorme valore.
In seguito all'esperienza positiva del progetto Comenius Multilaterale cui la scuola ha partecipato e che si è concluso lo scorso anno, si è ritenuto opportuno offrire la possibilità ai nostri studenti di approfondire la conoscenza, per quanto attiene al settore della cucina e della sala-bar, delle abitudini alimentari di altri paesi europei attraverso l'attività lavorativa complementare alla formazione ricevuta nella scuola e nelle imprese italiane.
Altro obiettivo di primaria importanza è quello di offrire ai nostri studenti più possibilità di inserimento nel mondo del lavoro, tanto più che, come si è detto in sede di descrizione della scuola, quest'ultima opera su un territorio in cui molti ragazzi, per varie ragioni e percorsi personali, sono a rischio di esclusione sociale.
La tradizione del nostro territorio sarà confrontata con altre tradizioni che possono essere anche profondamente diverse e proprio per questo più interessanti e stimolanti. I nostri studenti potranno conoscere prodotti e cibi poco comuni nella nostra cucina nonché modi diversi di presentarli e servirli. E' importante che gli studenti comprendano che la gastronomia è un aspetto della cultura dei popoli che rivela la loro storia e le loro radici, aspetti da conoscere e rispettare, e che si rendano conto anche dei tanti aspetti comuni a tutte le civiltà europee.
Anche per gli studenti del settore del ricevimento, oltre all'obiettivo primario espresso inizialmente, si tratterà di approfondire sul campo le proprie conoscenze tecniche scolastiche, in un contesto di confronto che li arricchirà da tutti i punti di vista, così come è stato detto per gli altri due settori, migliorando anche il proprio modo di porsi e di comunicare di fronte a persone portatrici culture ed abitudini diverse dalla propria.
Oltre che nell'attività lavorativa in azienda, i partecipanti saranno impegnati in alcune ore di lezioni scolastiche curriculari presso gli istituti di riferimento, come da accordo di massima già definito.
Le nuove acquisizioni e un diario dell'esperienza verranno inserite nella pagina web all'interno del sito della scuola e su una pagina facebook appositamente creata dagli alunni stessi (animata e controllata dai docenti), che prediligono questo modo di condivisione dei momenti importanti della propria vita scolastica e personale.
Per la realizzazione di queste attività si potrà contare sulla collaborazione delle due scuole partner intermediarie, che hanno contatti con le strutture ricettive già individuate e descritte nei paragrafi precedenti.
Bisogna, inoltre, rilevare che da questo progetto è atteso ancora un risultato positivo, questa volta per quanto riguarda i docenti coinvolti nelle attività: si punta a far acquisire o far approfondire loro delle competenze concernenti il lavoro in équipe con dei partner stranieri e le modalità di lavoro sui progetti europei, oltre che nel campo della didattica specifica della cucina, della sala-bar, del ricevimento e delle lingue straniere.
Parteciperanno al progetto, in tutto, 36 studenti di età compresa tra i 16 e i 20 anni, che frequentano le classi quarta e quinta dell'Istituto e sono, cioè, già in possesso dei rispettivi titoli di qualifica di operatore dei servizi di cucina dei servizi di sala-bar e dei servizi di ricevimento.
Le mobilità avranno luogo, contemporaneamente presso i partner francesi e tedeschi, nel mese di novembre 2012, nel mese di marzo 2013 e nel mese di novembre 2013. Ad ognuna delle tre fasi di mobilità suddette, prenderanno parte in totale 12 studenti, 6 in Francia e 6 in Germania, accompagnati da due docenti. Questi 6 studenti per ogni paese, saranno suddivisi nelle due strutture ospitanti e in ognuna andranno uno studente di cucina, uno di sala ed uno di ricevimento.

Referente del progetto: Prof. Giacomo Daina
E-mail: giacomo.daina@libero.it

Tags: tirocinio , progetto europeo , growing in europe to make europe grow , formazione , favara , ambrosini

Articolo  1 Commenti

Scuole e università

NUTRITION & INNOVATION 2012, il progetto elaborato dall’IPSAR L. Carnacina di Bardolino (VR)

NUTRITION & INNOVATION 2012, il progetto elaborato dall’IPSAR L. Carnacina di Bardolino (VR) 1

Il progetto NUTRITION & INNOVATION 2012, elaborato dall’IPSAR L. Carnacina – promotore e partner d’invio, da 9 partner riceventi (Dipartimenti ristorativo-alberghieri di Istituti professionali a München-D, Plymouth-UK,Helsinki-FI, Guyancourt-F, Antwerp-B, Gøteborg-SE, Lillehammer-NO e, nuovo partner, Riga-LV) e da 2 partner d’invio (IPSSAR CIPRIANI-Adria e IIS MANTEGNA-Brescia), supportati da partner locali, si configura come il naturale sviluppo delle molte significative esperienze di…