Le ultime notizie

Gli Istituti Alberghieri sono il futuro, ma…

Articolo  1 Commenti
Interlinea+- ADimensione Carattere+- Stampa questo articolo
Gli Istituti Alberghieri sono il futuro, ma…
Ti può interessare anche:

Sapori d’Italia è stata selezionata da un progetto della Comunità Europea, per i suoi contenuti, come strumento didattico ideale negli Istituti Alberghieri e della Ristorazione. Questo riconoscimento è particolarmente significativo non solo perché da sempre siamo impegnati in iniziative formative per i futuri attori della filiera ma soprattutto perché lo facciamo nel tentativo di introdurre in questi istituti i concetti di territorialità e naturalità che sono invece spesso ignorati. La scelta di Sapori d’Italia è una chiara indicazione d’intenti della Comunità Europea? Il marketing del territorio non si sviluppa senza adeguate figure professionali. Il cuoco di domani deve essere un testimonial del buono e un esperto di cose buone! Troppe scuole insegnano una cucina generica e standardizzata, “sparagnina” nella scelta di ingredienti industriali, invece che puntare su una qualità e, perché no, un risparmio basati sulla stagionalità e la capacità di gestire in modo ottimale e senza sprechi buone materie prime e ingredienti naturali presenti in ciascun territorio.Sono ancora poche - ma stanno crescendo - le scuole radicate nel loro territorio che puntano alla conoscenza delle materie prime genuine e sane e che si confrontano con le realtà produttive che le circondano. Contano gli uomini, conta il fatto che in queste scuole ci sono dirigenti e docenti sensibili ai valori della cultura mediterranea autentica, conta la presenza concreta con la disponibilità a partecipare all’attività didattica, di attori locali della filiera. I produttori che puntano a tipicità e naturalità e che hanno a cuore il loro territorio possono fare molto: fornire i loro buoni prodotti a costi non più alti dei prodotti industriali, promuovere corsi di formazione per i docenti e visite formative per gli studenti, e... perché no... abbonare i docenti a Sapori d’Italia. Senza l’aiuto di chi, del resto, ne ha tutto l’interesse, la scuola alberghiera italiana, da sempre inferiore (escluse poche isolate ma straordinarie realtà) alla media europea, vedrà aumentare il suo handicap. Ciò è assurdo nel paese leader indiscusso per la qualità dei prodotti e dell’arte culinaria   Abbiamo preso atto che Sapori d’Italia ha un lettore attentissimo: Eataly! Con l’apertura del punto vendita di Roma sono molte le aziende associate all’Accademia delle 5T e “raccontate” nella nostra rivista che forniscono i loro prodotti. Siamo onorati di aver contribuito a questo successo. Speriamo presto che voi lettori possiate trovare anche Sapori d’Italia tra gli spazi culturali di Eataly.   All’interno di questo numero di Sapori d’Italia c’è il catalogo della fiera Salumi Formaggi: per la prima volta siamo di fatto coorganizzatori, non solo consulenti, di un evento fieristico. Lo facciamo perché ci piace questo format itinerante di fiera mercato della qualità, una festa dei sapori autentici dove assaggiare e acquistare prodotti puliti e sani, liberi da additivi e chimica aggiunta. I prodotti che, in definitiva, sono i protagonisti di Sapori d’Italia.   I nostri lettori ci telefonano spesso per lamentarsi dei ritardi con cui la rivista giunge agli abbonati e per la difficoltà di reperimento in edicola. Purtroppo non è possibile porre rimedio a una malformazione congenita della distribuzione in Italia: ci scusiamo lo stesso e, nel contempo, vi ringraziamo dei solleciti che dimostrano l’attenzione che ci prestate.   Nuovo formato: che ne pensate? Scrivete a redazione@sapori-italia.it (i primi dieci riceveranno una copia di “Fette di bontà”).
Guido Stecchi Presidente dell'Accademia delle 5T stecchi@sapori-italia.it

Guido Stecchi

 

Articolo  1 Commenti

Articoli

L’IPSEOA Varnelli di Cingoli vince a Tipicità

L’IPSEOA Varnelli di Cingoli vince a Tipicità 0

La classe 4^CC dell’alberghiero di Cingoli, capitanata dai prof.ri Marcello Stefano, Rosanna Foltrani, Paola Ippoliti e per la traduzione in inglese dalla prof.ssa Anna Laura Tobaldi, è risultata vincitrice assoluta tra tutti gli istituti alberghieri delle Marche, al concorso la Biodiversità in cucina, promosso dall’ASSAM e dalla Regione Marche. I ragazzi si sono sfidati durante la manifestazione TIPICITA’ a Fermo…