Le ultime notizie

ORIGINE OBBLIGATORIA IN ETICHETTA PER LATTE E FORMAGGI IN ITALIA. DECRETO INVIATO A BRUXELLES

Articolo  0 Commenti
Interlinea+- ADimensione Carattere+- Stampa questo articolo
ORIGINE OBBLIGATORIA IN ETICHETTA PER LATTE E FORMAGGI IN ITALIA. DECRETO INVIATO A BRUXELLES
Ti può interessare anche:

Il Ministro Martina ha ufficializzato l’inizio dell’iter autorizzativo previsto a livello Europeo. Questo sistema consentirà di indicare con chiarezza la provenienza delle materie prime di latte e formaggi. Un passo storico che  valorizzerà tutto il sistema lattiero-caseario italiano, che vale più di 20 miliardi di euro e che costituirà un’elemento cruciale per salvaguardare il lavoro dei 34 mila allevatori italiani. L’indicazione dell’origine della materia prima risponde anche alle esigenze dei consumatori: secondo un recente sondaggio condotto da Ismeai il 67% sarebbe disposto anche a pagare di più per un prodotto che sia di origine italiana tracciata. Altre indagini dimostrano che per 9 italiani su 10 è importante conoscere l’origine delle materie prime, in particolare per latte fresco e i prodotti lattiero-caseari.

Il decreto presentato a Bruxelles prevede che il latte o i suoi derivati abbiano obbligatoriamente indicata l’origine della materia prima in etichetta con le seguenti diciture:

a)    “paese di mungitura: nome del paese nel quale è stato munto il latte”;

b)    “paese di confezionamento: nome del paese in cui il prodotto è stato confezionato”

c)    “paese di trasformazione: nome del paese nel quale è stato trasformato il latte”;

Qualora il latte o il latte utilizzato come ingrediente nei prodotti lattiero-caseari, sia stato munto, confezionato e trasformato, nello stesso paese, l’indicazione di origine può essere assolta con l’utilizzo di una sola dicitura: ad esempio “ORIGINE DEL LATTE: ITALIA”.

 

Articolo  0 Commenti

Articoli

Erasmus+, studiare in Europa!

Erasmus+, studiare in Europa! 0

Sono tornati dal secondo flusso di invio del 4PT( Production, Processing  Packaging and  Promotion in the Territory) progetto Erasmus Plus 2015 finanziato dall’Unione Europea, gli studenti dell’Istituto “Ciampini Boccardo” di Novi Ligure (AL) che, dopo la selezione e la preparazione pedagogica e linguistica, hanno effettuato stage lavorativi di cinque settimane in vari paesi dell’Unione Europea: Regno Unito, Irlanda, Germania, Francia,…