Le ultime notizie

Osteria senza Oste: per questo fisco non c’è limite al ridicolo

Articolo  0 Commenti
Interlinea+- ADimensione Carattere+- Stampa questo articolo
Osteria senza Oste: per questo fisco non c’è limite al ridicolo
Ti può interessare anche:

L'"Osteria senz'oste" è un'idea dell'associato dell'Accademia delle 5T Salumi De Stefani che ha avuto un enorme successo anche a livello internazionale, nonostante all'estero non sia nuovissima: è molto comune nel Nord Europa, soprattutto lungo le piste ciclabili, incontrare tavolini con bevande, panini e un salvadanaio per un'offerta volontaria.

Cesare De Stefani ha avuto l'idea di farlo in un piccolo e semplice ambiente coperto di fronte a un colle mitico: Cartizze. Nessuno si sarebbe mai aspettato che le brillanti teste del fisco italico attaccassero anche questo ben modesto - ammesso che lo sia sul serio - reddito in base agli stessi studi di settore di un ristorante. Lasciamo ogni commento a voci ben più autorevoli di noi, se non altro perché frequentatori abituali dell'Osteria senz'oste. Riportiamo i loro interventi da Oggi Treviso.

Il presidente del Veneto Luca Zaia, che considera quella "stanza" tutt'altro che un'attività commerciale, ma un luogo di incontro, di amicizia, di solidarietà: "un'idea che ho sempre sostenuto e promossa in giro per il mondo. Di sicuro nel mare magnum si cercherà una giustificazione anche in questa cosa. Ma la verità è che il nostro è un Paese dove il buon senso invece di essere norma è un illustre sconosciuto. Davanti a questo non si può che dichiarare il fallimento di questo paese. I proprietari di questa casa, accessibile a tutti, e che non ospita un'attività commerciale, invece di essere elogiati per il grande presidio identitario, etico, morale che portano avanti con questa 'folle' idea, dedicando un immobile unico nel suo genere che troverebbe in qualsiasi istante un acquirente, visto la sua collocazione nella Docg del Cartizze, vengono vessati. L'Osteria senza oste' è citata a livello internazionale per ciò che esprime, secondo una filosofia che del prossimo bisogna fidarsi e per i valori che sono insiti in questa terra e che sono noti a tutti nel mondo".

Il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro: "quella del Fisco ai danni della cosiddetta 'Osteria senza oste' di Valdobbiadene, equiparata dall'Agenzia delle Entrate ad un'attività commerciale e multata per 62mila euro è un'azione aberrante... Quest'ultima azione sta ledendo il concetto di onestà e sta mettendo in discussione il concetto di solidarietà e amicizia dei trevigiani, soprattutto nelle Prealpi della Marca dove, fino a poco tempo fa, si andava a letto senza mai chiudere la porta. Un'idea come l'Osteria senz'oste è innovativa, dovrebbe essere stimolata e non vista come una concezione fredda di gabella. Visti i tempi, si arriverà a tassare anche l'aria che si respira. Ciò dimostra che la cassa integrazione e il licenziamento deve esserci anche nei confronti di chi agisce in questo modo feudale".

Arrigo Cipriani, patron del mitico 'Harry's Bar' a Venezia: "l'Erario ha raschiato il fondo del barile nell''osteria senza oste'. Si saprà difendere il proprietario mostrando qual'è la vera natura del luogo, l'essenza della filosofia per la quale è sorto".

 

Guarda il servizio de "Le Iene" dedicato all'Osteria Senz'Oste

(foto: Oggi Treviso)

Tags: valdobbiadene , osteria senz'oste , luca zaia , leonardo muraro , cesare de stefani , cartizze , arrigo cipriani

Articolo  0 Commenti

Editoriale

La gastronomia patrimonio culturale

La gastronomia patrimonio culturale 0

Con la risoluzione approvata il 12 marzo 2014 il Parlamento europeo riconosce i valori educativi, formativi e sociali di un’arte vera: il buon mangiare.Ciò che è stato votato recentemente al Parlamento europeo di Strasburgo rappresenta una pietra miliare verso un'Europa dell'agroalimentare che dia il giusto valore alla terra e ai suoi prodotti a partire dalla prima delle arti del quotidiano:…