Le ultime notizie

Presentato a Roma il Progetto Routes

Articolo  0 Commenti
Interlinea+- ADimensione Carattere+- Stampa questo articolo
Presentato a Roma il Progetto Routes
Ti può interessare anche:

Convegno ROUTES - Lo sviluppo di sinergie tra filiere formative e produttive e ECVET ( European Credit System in Vocational Education and Training)


A Roma, lo scorso 21 e 22 novembre 2013, nella particolarissima sede del Teatro gastronomico del Gambero Rosso-Città del Gusto, via E.Fermi 161, si è tenuto il Convegno di approfondimento degli obiettivi tematici del progetto ROUTES  (Le Rotte dei Sapori) promosso e coordinato dall’Accademia delle 5T della Qualità nell’ambito del programma Europeo LLP - Programma Settoriale Leonardo da Vinci - Mobilità VETPRO (mobilità per professionisti nell’ambito dell’istruzione e della formazione professionale).
Il Progetto n° 20131-IT1-LEO03-03711, finalizzato a realizzare esperienze di mobilità all’estero per 80 responsabili nel campo dell’istruzione e della formazione professionale  del settore alberghiero e dell’accoglienza turistica (Rete di Istituti "Sapori d’Italia")  ha avuto un contributo comunitario pari a 111.968,64 euro.
A conclusione della prima fase progettuale, cosiddetta fase di preparazione pedagogica, il Convegno ha voluto essere l’occasione per un primo confronto tra l’intero partenariato italiano ed europeo su:

 

  • Perché ECVET ( European Credit System in Vocational Education and Training)?

e

  • Come creare sinergia tra filiere formative e filiere produttive

 

Per quanto riguarda il primo punto è intervenuta:
Anna Butteroni (ISFOL – Agenzia Nazionale Leonardo da Vinci) che ha presentato il TOOLKIT ECVET , realizzato nell’ambito delle attività del gruppo di monitoraggio tematico" NetECVET - Working together to understand and implement ECVET " coordinato dal BIBB-LDV NA DE e di cui anche l’Agenzia Nazionale Leonardo da Vinci italiana fa parte. Contiene esempi di strumenti, pratiche e informazioni che intendono supportare l’implementazione del sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionale (ECVET) nel contesto della mobilità transazionale.
La cooperazione internazionale degli organismi di formazione viene facilitata da strumenti come il sistema europeo di crediti per la formazione professionale (ECVET), che i Paesi partecipanti dovrebbero usare e promuovere sistematicamente, in sinergia con il mondo delle imprese che parteciperanno alla definizione dei contenuti della formazione e, così facendo, contribuire a migliorare la qualità delle esperienze di alternanza scuola – lavoro.
E’ del  18 giugno 2009 la RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO   sull'istituzione di un sistema europeo di crediti per l'istruzione e la formazione professionale (ECVET), inteso ad agevolare il trasferimento, il riconoscimento e l'accumulo dei risultati comprovati dell'apprendimento delle persone interessate ad acquisire una qualifica. Oltre  a migliorare la comprensione generale dei risultati dell'apprendimento dei cittadini nonché la loro trasparenza in uno spazio di apprendimento permanente senza frontiere, come pure la mobilità e la portabilità delle qualifiche a livello nazionale fra diversi settori dell'economia e all'interno del mercato del lavoro, Ecvet contribuisce a sviluppare e potenziare la cooperazione europea nel settore dell'istruzione e della formazione.

Per quanto riguarda il secondo punto all’ordine del giorno, sono intervenuti:
Guido Stecchi (Presidente dell'Accademia delle 5T e direttore di Sapori d'Italia)
Francesco Donadini (DIrettore dell'Accademia delle 5T)
Roberto Ferretti (La Scentella B&B - Petritoli FM, Partner Intermediario)
Ulrike Tietze (Goethe Institut Rom)

 

  • Le Marche in Valigia: un esempio di marketing a costo zero

e

  • l'Operatore Turistico Territoriale di Roberto Ferretti

"Le Marche in Valigia" è un progetto dell'Associazione “Agritur-Aso” di Ortezzano (FM), iniziato nel 2009, finalizzato a promuovere il territorio, le strutture ricettive rurali e le aziende agricole che aderiscono all'associazione.
Esso consiste nella organizzazione di eventi in Italia e in Europa grazie alla collaborazione di alcuni ospiti delle strutture o grazie ad amici e soggetti che aderiscono alla iniziativa.
Gli eventi hanno come tema Le Marche e in particolare la Valdaso, un lembo di territorio a sud della regione, tra le province di Fermo e Ascoli Piceno.
I temi presentati riguardano: conoscenza delle Marche attraverso immagini, laboratori di assaggio dei prodotti enogastronomici tipici, mini corsi di cucina, presentazione delle sei strutture ricettive dell'Agritur-Aso, che si sono messe in rete da diversi anni.
Il progetto, che  non si avvale di finanziamenti pubblici, si può considerare un esempio di marketing territoriale a costo zero. Infatti, tutte le spese per l'organizzazione degli eventi vengono  coperte dal contributo per le cene, con piatti della tradizione,  dei partecipanti agli eventi che spesso raggiungono ogni volta il numero di alcune centinaia di persone.
Il progetto è replicabile da tutte le realtà locali che decidono di mettere in rete le risorse del territorio.
Il risultato dell'iniziativa si concretizza nella creazione di legami e scambi turistico-culturali e di amicizia, che durano nel tempo, con comunità italiane e straniere.

Collegata alle "Marche in Valigia" è l'idea dell' Operatore Turistico Territoriale. Una figura di primo livello, spesso un gestore di strutture ricettive o agricolo, profondo conoscitore della realtà locale, che si mette volontariamente a disposizione degli ospiti per rendere fruibile e godibile il patrimonio culturale  ed enogastronomico locale.
E’ una proposta per consolidare, anche attraverso una formazione, tale figura partendo dalla constatazione che l'Italia, salvo alcune realtà di grande prestigio, è un immenso museo diffuso, gestito per la maggior parte da piccoli Comuni, privi di risorse  economiche per organizzare un servizio adeguato per la fruizione del suo patrimonio culturale e turistico  
 
 

Ulrike Tietze ha presentato: " Al lavoro col Tedesco" , un progetto pensato dal Goethe Institut per le esigenze delle scuole e delle imprese e che si svolge anche in Francia, Grecia, Portogallo e Spagna. Uno degli obiettivi principali è favorire la nascita di un network di scuole e aziende che, grazie a visite aziendali, imprese simulate, stage professionali e altri formati di collaborazione, permetta a questi due mondi di comunicare e cooperare meglio.
Scuole e imprese possono aprire nuove porte al futuro delle giovani generazioni entrando nella rete e mettendo a disposizione le proprie reciproche potenzialità. Attraverso cooperazioni e partenariati scolastici con l’imprenditoria le scuole ampliano la loro offerta formativa al di fuori della classe. L’obiettivo è quello di migliorare la competenza linguistica per il mercato italiano di cui la Germania è il primo partner commerciale, sia come mercato di sbocco dell'export italiano, sia come Paese di provenienza dell'import italiano. L’Italia, a sua volta, è il settimo mercato di sbocco delle merci tedesche ed il quinto Paese fornitore. Il volume dell’interscambio bilaterale è molto elevato: nel 2012 è stato di circa 105 miliardi di euro, una cifra superiore alla somma dell’interscambio commerciale italo-francese e italo-britannico. La Germania, inoltre, è il primo Paese di provenienza dei turisti stranieri che giungono in Italia (nel 2011 è stata toccata la cifra record di quasi 10 milioni di arrivi).  

In calendario, nel pomeriggio, l’incontro dell’intera rete di partenariato con il Coordinatore Astrid Donadini, su tematiche riguardanti prettamente lo sviluppo dell’iter progettuale:

  • Analisi dei risultati della fase di preparazione pedagogica,
  • Proposte di workprogrammes, attività da svolgere durante la fase di realizzazione della mobilità (flussi di una settimana in un Paese europeo partner: Cipro, Estonia, Francia, Germania, Malta, Norvegia),
  • Presentazione di proposte per progetti da presentare con bando Erasmus Plus 2014-2020.

Venerdì 22 novembre è stato organizzato l’incontro tra i rappresentanti delle filiere formative delle rete di partenariato e i produttori, Soci dell’Accademia delle 5 T, presenti alla fiera Sua Eccellenza Italia

Presenti al Convegno i rappresentanti dei
Partner d’invio:
•    IPSSARCT G. AMBROSINI – FAVARA (SICILIA)
•    IPSSAR F.BUSCEMI – SAN BENEDETTO DEL TRONTO (MARCHE)
•    IPSAR L. CARNACINA – BARDOLINO (VENETO)
•    IPSSAR G. CASINI – LA SPEZIA (LIGURIA)
•    IIS CIAMPINI BOCCARDO – NOVI LIGURE (PIEMONTE)
•    IPSSART G. CIPRIANI – ADRIA (VENETO)
•    IIS E. MAGGIA – STRESA (PIEMONTE)
•    IIS E.RUFFINI D.AICARDI – ARMA DI TAGGIA (LIGURIA)
•    IIS B. STRINGHER – UDINE (FRIULI-VENEZIA GIULIA)
•    IPSAR TORTOLÌ  - TORTOLÌ (SARDEGNA)

Partner di accoglienza: 

•     C’TECHNICAL (HOTEL) SCHOOL OF LEMESOS – CIPRO
•    HAAPSALU KUTSEHARIDUSKESKUS di LÄÄNEMAA – ESTONIA
•    LYCÉE PAUL ARÈNE di SISTERON – FRANCIA
•    BERUFLICHES SCHULZENTRUM FÜR WIRTSCHAFT PROF.DR.ZEIGNER  - DRESDEN  GERMANIA
•    SIR MIKELANGELO REFALO CENTRE FOR FURTHER STUDIES di VICTORIA – GOZO (MALTA)
•    HADELAND VIDEREGAENDE SKOLE di GRAN – NORVEGIA

 

Tags: routes , progetto europeo , mobilità vetpro , mobilità territoriale , leonardo da vinci , accademia delle 5t

Articolo  0 Commenti

Ufficio Stampa A5T

Copenhagen International Oil Awards Oliva / CIOOA

Copenhagen International Oil Awards Oliva / CIOOA 0

Si è svolto il 4 e 5 giugno scorsi a Copenhagen il Premio internazionale dedicato all'olio extra vergine d'oliva.   Il premio CIOOA è nato per diffondere la cultura dell'olio extra vergine d'oliva e i benefici legati al suo utilizzo nella dieta quotidiana tra i consumatori del Nord Europa. Capo panel del concorso Gino Celletti, socio dell'Accademia delle 5T e…