Le ultime notizie

Unico simbolo, due realtà, obiettivo: fare del cibo sano la nostra mission! Dal 2005 A5T cerca e seleziona solo aziende che producono bene e buono, con disciplinare etico e ora, bollino di appartenenza!

Campionato Italiano Del Salame

Articolo  0 Commenti
Interlinea+- ADimensione Carattere+- Stampa questo articolo
Campionato Italiano Del Salame

IX Campionato Italiano Del Salame 

CAMPIONATO ITALIANO DEL SALAME:
premiate Calabria, Emilia e Marche


Angelo Romano di Acri (CS) è il campione italiano dei salami speciali territoriali, Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR) dei salami propriamente detti, a Gianni Sandroni di Cingoli l’oscar alla carriera. Le medaglie d’argento ad Abruzzo e Veneto, i bronzi ad Abruzzo e Marche ex aequo e al Veneto. I premi di categoria a Calabria, Emilia, Veneto, Marche, Trentino, Abruzzo e Molise. Ex aequo a Calabria, Abruzzo e Basilicata il premio della giuria popolare al salame che piace alla gente.

Presso la centralissima Sala Borsa Merci della Camera di Commercio di Parma si è svolta la finalissima del Campionato Italiano del salame. Molto significativo il primo posto nella categoria dei salami speciali territoriali ovvero quelli che, nell’immaginario collettivo, sono ritenuti qualcosa di diverso dal normale salame: la Soppressata dolce di Angelo e Ferruccio Romano e lo Sprusciat (soppressata) di Aia Verde hanno avuto gli stessi punti e la vittoria è andata ad Angelo e Ferruccio Romano perché hanno avuto più bonus (valorizzazione razza storica, filiera completa e assenza di salnitro) rispetto al collega abruzzese che non utilizza suino tipico locale. Tutti i candidati sono stati infatti separati da pochissimi punti a dimostrare una finale d’alto livello nonostante un andamento climatico assai negativo (inverno caldo ed estate piovosa) per la stagionatura dei salumi. Se la vittoria di un prodotto di suino nero è in sintonia con la produzione tradizionale artigianale del sud, è una significativa conferma (già negli anni scorsi il suino nero di Parma aveva avuto risultati importanti) che ciò sia avvenuto per l’altro podio, che riguarda quasi esclusivamente prodotti del Nord Italia: l’Antica Corte Pallavicina di Massimo e Luciano Spigaroli ha infatti vinto proponendo un prodotto di suino nero, oltretutto senza salnitro. La professionalità dei vincitori è davvero notevole, visto che è molto difficile fare un buon salame con il suino nero allevato semibrado perché il suo grasso è ricco di Omega 3, risultando più sano ma anche meno consistente, per cui è più difficile ottenere un salame che stia insieme e non si sgretoli. Il premio alla carriera a Gianni Sandroni è dovuto sicuramente alla qualità e naturalità della sua produzione di salumi in genere, oltre che di Ciauscolo di Cingoli, ma anche alla sua costante e generosa disponibilità con le scuole alberghiere per la diffusione della conoscenza e dei valori delle tipicità marchigiane.
Il Campionato Italiano del Salame è riservato ai prodotti naturali nelle materie prime e nelle fasi produttive, ovvero privi di additivi chimici (con l’eventuale eccezione del salnitro) e di sostanze che possono alterare le fermentazioni spontanee e i tempi di stagionatura (zuccheri, derivati del latte ecc) per favorire l’utilizzo di materie prime di scarsa qualità o tecniche di produzione meno rigorose. Ovviamente anche il budello dev’essere naturale. Alla finale si è giunti dopo numerose riunioni di una commissione di preselezione, giurie di quarti di finale e semifinali, sempre con finalità didattiche e presenza di studenti di scuole alberghiere o universitari che potevano ascoltare il racconto dei prodotti da parte dei produttori e i voti (palesi) e i commenti della giuria.
La giuria era composta da: il Presidente dell’Accademia delle 5T prof. Guido Stecchi, la giornalista e coordinatrice del campionato Maria Cristina Beretta, il Presidente del corso di laurea in Scienze Gastronomiche dell’Università degli Studi di Parma e del Master COMET prof. Andrea Fabbri, l’ex direttore del SSICA di Parma Pietro Baldini, il ristoratore Roberto Lauria, il Consigliere dell’Associazione ARS CIBANDI, il giornalista Mauro Baffico, il vignaiolo Claudio Mariotto, l’assistente alla Ricerca dell’Università degli Studi di Parma Barbara Panciroli.

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

SCARICA LE FOTO DELL'EVENTO di Maria Cristina Beretta

FINALISSIMA DI PARMA dell’11-10-2014:

ECCO I VINCITORI!


OSCAR ALLA CARRIERA
Macelleria Gianni Sandroni di Cingoli (MC) Marche

PODIO DEI SALAMI SPECIALI TERRITORIALI
1. “Soppressata dolce” di suino Nero di Calabria di Angelo e Ferruccio Romano di Acri (CS) Calabria
2. “Sprusciat” di Pizzoferrato di Aia Verde di Pizzoferrato (CH) Abruzzo
3. “Salcizzone” di Rinascimento a tavola di Urbino (PU) Marche
ex aequo con “Ventricina di Guilmi” di La Noce di Montazzoli (CH) Abruzzo

PODIO DEI SALAMI PROPRIAMENTE DETTI
1. “Il Verdiano” di suino Nero di Parma di Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR) Emilia Romagna
2. “Sopressa veronese all’Amarone” di Tommaso Caprini di Negrar (VR) Veneto
3. “El strigheto”, salame d’agnello di Dimensione Carni di Piove di Sacco (PD) Veneto

PREMIO ASCOM TREVISO MIGLIOR SOPRESSA VENETA
“Sopressa veronese all’Amarone” di Tommaso Caprini di Negrar (VR) Veneto

PREMIO PIC DELL’ACCADEMIA DEL PEPERONCINO MIGLIOR SALAME PICCANTE
“Ventricina di Guilmi” di La Noce di Montazzoli (CH) Abruzzo

PREMIO MIGLIOR SALAME DOLCE E MAGRO
“Il Verdiano” di suino Nero di Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR) Emilia Romagna

PREMIO MIGLIOR SOPPRESSATA DEL SUD
“Soppressata dolce” di suino Nero di Calabria di Angelo e Ferruccio Romano di Acri (CS) Calabria

PREMIO MIGLIOR SALAME NON SOLO SUINO
“Salcizzone” di Rinascimento a tavola di Urbino (PU) Marche

PREMIO MIGLIOR SALAME AFFUMICATO
“Mortandela della Val di Non” di Dal Massimo Goloso di Coredo (TN) Trentino A.A.

PREMIO MIGLIOR QUINTO QUARTO
“Composta di fegato” di Antonelli di Castel del Giudice (IS) Molise

SALAME CHE PIACE ALLA GENTE (il più votato dalla giuria popolare) Ex aequo
• “Salsiccia rossa piccante” di Parco delle Bontà di Forenza (PZ) Basilicata
• “Soppressata dolce” di suino Nero di Calabria di Angelo e Ferruccio Romano di Acri (CS) Calabria
• “Sprusciat” di Pizzoferrato di Aia Verde di Pizzoferrato (CH) Abruzzo

 

 

 

FINALISSIMA

Sabato 11 ottobre - ore 11,00

Salone Borsa Merci della Camera di Commercio di Parma

Via Verdi, 2 - 43121 Parma

 

Il Campionato Italiano del Salame è giunto alla fase finale con la finalissima e alle giurie tecniche sarà affiancata una giuria popolare che sceglierà il “salame che piace alla gente”. Nelle semifinali solo centesimi di punto hanno separato i prodoti più votati da quelli esclusi dalla finale!

L’Accademia delle 5T ha organizzato il Campionato Italiano del Salame IX Edizione, concorso nazionale per premiare il migliori salami d’Italia, non solo più buoni e genuini, ma anche più coerenti con la tradizione del loro territorio. Sono stati ammessi al concorso i salumi crudi composti di carne magra e grassa macinata o tagliata a coltello e insaccata in budello o vescica naturali, sia quelli denominati “salame” sia prodotti affini quali, ad esempio: “sopressa veneta”, “soppressata calabrese”, “finocchiona”, ecc. Sono stati ammessi solo prodotti regolarmente in vendita nel rispetto delle norme di legge, anche ove ne sia consentita la sola vendita diretta. Sono stati esclusi i salami contenenti additivi chimici fatta eccezione per nitrati (purché in dosi nettamente inferiori ai limiti di legge), ovvero quel “salnitro” utilizzato anche dai vecchi contadini. Sono ovviamente ammessi spezie, erbe, aromi e condimenti naturali previsti nelle ricette storiche del territorio o in ricette innovative del produttore. Sono esclusi invece ingredienti quali: derivati del latte e zuccheri, pur naturali, utilizzati per alterare i tempi della stagionatura, accelerare le fermentazioni, trattenere acqua e in genere per qualsiasi pratica finalizzata a mascherare difetti della materia prima o del ciclo produttivo.
OBIETTIVI DEL CONCORSO: monitoraggio dei prodotti autentici e genuini sul mercato, incentivo a non utilizzare additivi, corretta informazione al pubblico, formazione degli addetti ai lavori, sviluppo di azioni didattiche presso Istituti Universitari, Alberghieri e scolastici in genere.
Siamo quindi giunti alla fase finale dopo una serie di attente preselezioni e finali intermedie che si sono svolti presso alcuni Istituti alberghieri della rete Renaia, al Campus dell’Università di Parma, all’Antica Osteria Rampina di S.Giuliano Milanese (MI), all’Agriturismo La Raja di Fara Sabina
(RM), presso la Cantina Claudio Mariotto di Tortona (AL). Sono stati definiti 22 finalisti a cui saranno assegnati anche vari premi di categoria.
EVENTO FINALE: nella prestigiosa sede del Salone della Borsa della CCIAA di Parma si svolgeranno i lavori delle giurie e saranno esposti e venduti gran parte del salami finalisti e di quelli che hanno partecipato alle combattutissime semifinali.

A QUESTO LINK IL COMUNICATO STAMPA E LA LOCANDINA DELL'EVENTO

Ecco i FINALISTI

ABRUZZO

Di Fiore Stefano Salumificio di Fresagrandinaria (CH): Ventricina del Vastese

Az. Agr. Le Tre Casette di Gessopalena (CH): Salsicciotto alle erbe

Az. Agr. La Noce di Montazzoli (CH): Ventricina di Guilmi

Az. Agrit. Aia Verde di Pizzoferrato (CH): Sprusciat

BASILICATA

Parco delle bontà di Forenza (PZ): Salsiccia piccante

CALABRIA

Az. Agr. Romano di Acri (CS): Soppressata dolce

Salumificio Santa Barbara di Casabona (KR): Salsiccia piccante

EMILIA ROMAGNA

Il Grifo di Bagno di Reggio Emilia: Salame di suino nero

Salumeria Porta Nova di Bobbio (PC): Mariola

Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR): Il Verdiano

Casa Schizzati di Sala Baganza (PR): Il Baganzola

MARCHE

Macelleria Sandroni Gianni di Cingoli (MC): Ciauscolo di Cingoli

Re Norcino di San Ginesio (MC): Il Campagnolo

Rinascimento a tavola di Urbino (PU): Salcizzone

MOLISE

Antonelli Salumi di Castel del Giudice (IS): Composta di fegato

PIEMONTE

Agrisalumeria Luiset di Ferrere d'Asti: Salsiccia stagionata

Quadro Carni e Salumi di Ferrere d'Asti: Salame crudo di Nonno Peo

TRENTINO ALTO ADIGE

Dal Massimo Goloso di Coredo (TN): Mortandela della Val di Non

VENETO

Az. Agrit. La Buona Terra di Cervarese Santa Croce (PD): Sopressa

Podere Villa Alessi di Faedo di Cinto Euganeo (PD): Salame dei Colli Euganei

Dimensione Carne srl di Piove di Sacco (PD): El Strigheto, salame di agnello

Macelleria Tommaso Caprini di Negrar (VR): Sopressa veronese all'Amarone

Nella stessa FINALE verrà nominato il vincitore all'Oscar alla carriera tra le 5 aziende in nomination:

OSCAR ALLA CARRIERA

Az. Agr. Al Berlinghetto

Antica Corte Pallavicina

Passamonti Clotilde

Macelleria Sandroni Gianni

Macelleria Zivieri Massimo

 

 

FINALI DEL CAMPIONATO ITALIANO DEL SALAME

VUOI ESSERE UN GIURATO?

 

Il Campionato Italiano del Salame è giunto alla fase finale con due semifinali e una finalissima: alle giurie tecniche sarà affiancata una giuria popolare che sceglierà il "salame che piace alla gente".

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA

SEMIFINALE DEL NORD

16 settembre, ore 19,00 
Antica Osteria La Rampina
 
Cascina Rampina - via Emilia 3, ang. Via Rocca Brivio
Fraz. Rampina di S.Giuliano Milanese (MI)
Tel 02 9833273 
rampina@rampina.it
www.rampina.it

Partecipazione ai lavori con la degustazione dei migliori 20 salami del Nord Italia, seguita da una cena (primi piatti, verdure, dolci, vini in abbinamento): € 30,00. SCARICA LA LOCANDINA

SEMIFINALE DEL CENTRO-SUD

19 settembre, ore 19,00
Azienda Agricola Fagiolo – Agriturismo La Raja

Via Arci, 22 - Passo Corese - 02032 Fara Sabina (RI)
Tel 0765 487036 – 338 2921267 – 333 5485410 - Fax 0765 488513
laurafagiolo@tiscali.it 
www.laurafagiolo.it

Partecipazione ai lavori con la degustazione dei migliori 20 salami del Centro Sud Italia, seguita da una cena (primi piatti, verdure, dolci, vini in abbinamento di Claudio Mariotto): € 25,00. SCARICA LA LOCANDINA

I Vini di Claudio Mariotto alla Semifinale del Centro Sud SCARICA LA LOCANDINA

FINALISSIMA 

11 ottobre, ore 11,00
salone Borsa Merci della Camera di commercio di Parma

Via Verdi, 2 - 43121 Parma

Partecipazione ai lavori con la degustazione dei migliori 20 salami d'Italia, seguita da buffet (primi piatti, verdure, dolci, vini in abbinamento): € 25,00. SCARICA LA LOCANDINA

Durante questi eventi, sarà possibile acquistare gran parte dei salami in gara.

I posti per la giuria popolare sono limitati per cui è richiesta la prenotazione fino a esaurimento rivolgendosi a: info@accademia5t.it - guido@a5t.it - tel 0422 432999 dalle ore 8,00 alle ore 14,00
(per le semifinali anche direttamente all’Antica Osteria La Rampina e all’Agriturismo La Raja).
Si richiede contestualmente alla prenotazione il pagamento anticipato o presso le sedi delle semifinali o tramite bonifico bancario a: Ass. Accademia delle 5T - Via Bertolini, 38 - 31100 Treviso - P.Iva 04891360960 - Banca Popolare Etica - IBAN: IT24K0501812000000000140164

 

ECCO I PRODOTTI CHE SONO STATI AMMESSI ALLE DUE SEMIFINALI DEL NORD E DEL CENTRO-SUD

SEMIFINALE DEL NORD  (IN ORDINE ALFABETICO PER REGIONI E POI COMUNI)
  • Il Grifo di Bagno di Reggio Emilia: salame di suino nero
  • Salumeria Porta Nova di Bobbio (PC): mariola
  • Macelleria Zivieri di Monzuno (BO): salame di cinghiale
  • Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR): antico spiragli
  • Casa Schizzati di Sala Baganza (PR): il baganzola
  • Zavoli di Saludecio (RN): salsiccia stagionata di Mora romagnola
  • Malintesa di Villanova sull'Arda (PC): cremonese all'aglio
  • Giacobbe di Sassello (SV): salame
  • Bressani di Postino di Dovera (CR): salame gentile
  • Corte Rossanelle di Rodigo (MN): salame mantovano
  • Cascina Capanna di Montegioco (AL): salame cucito
  • Quadro di Ferrere d'Asti: salame crudo di Nonno Peo
  • Agrisalumeria Luiset di Ferrere d'Asti: salsiccia stagionata
  • Dal Massimo goloso di Coredo (TN): mortandela della Val di Non
  • Tumiatti di Ariano Polesine (RO): salame porco del parco all'aglio
  • La Buona Terra di Cervarese Santa Croce (PD): soppressa
  • Podere Villa Alessi di Faedo di Cinto Euganeo (PD): salame dei Colli Euganei 
  • De Stefani salumi di Guia di Valdobbiadene (TV): sopressa trevigiana Valdobbiadene
  • Macelleria Caprini di Negrar (VR): sopressa veronese
  • Dimensione carni di Piove di Sacco (PD): el strigheto, salame di agnello
SEMIFINALE DEL CENTRO-SUD  (IN ORDINE ALFABETICO PER REGIONI E POI COMUNI)
  • Di Fiore di Fresagrandinaria (CH): ventricina del Vastese
  • Racciatti di Furci (CH): ventricina
  • Le Tre Casette di Gessopalena (CH): salsicciotto alle erbe
  • La Noce di Montazzoli (CH): ventricina di Guilmi
  • Aia Verde di Pizzoferrato (CH): sprusciat
  • Fattorie del Tratturo di Scerni (CH): salsiccia di fegato
  • ASID di Castelluccio (PZ): salsiccia
  • Parco delle bontà di Forenza (PZ): salsiccia piccante
  • Romano di Acri (CS): soppressata dolce
  • Fontana di Mesoraca (KR): soppressata piccante
  • Salumificio Santa Barbara di Casabona (KR): salsiccia piccante
  • Consorzio Nero di Calabria di S.Stefano di Rogliano (CS): soppressata dolce
  • Sandroni di Cingoli (MC): ciauscolo di Cingoli
  • Passamonti di Monte Vidon Combatti (AP): salame morbido
  • Re Norcino di San Ginesio (MC): il campagnolo
  • Rinascimento a tavola di Urbino (PU): salcizzone
  • Antonelli di Castel del Giudice (IS): composta di fegato
  • La Nostrana di Frosolone (IS): soppressata
  • Salumi Giannelli di Troia (FG): salsiccia
  • Praticino di Castelfranco di Sopora (AR): finocchiona
  • Macelleria Bacci di Montignoso (MS): mortadella nostrale
  • Fattoria Tegoni di Radicondoli (SI): salsiccia di Cinta senese

Le semifinali saranno in settembre 

con giuria tecnica e giuria popolare, in luoghi e date che saranno pubblicati al più presto.

IX Campionato Italiano Del Salame - CIS 

Edizione 2014 

Obiettivi del concorso: 

  • monitoraggio dei prodotti autentici e genuini sul mercato, 
  • incentivo a non utilizzare additivi,
  • corretta informazione al pubblico,    
  • formazione degli addetti ai lavori,
  • sviluppo di azioni didattiche presso Istituti Universitari, Alberghieri e scolastici in genere. 

L’Accademia delle 5T organizza il nono concorso nazionale per premiare il migliori salami d’Italia, non solo più buoni e genuini, ma anche più coerenti con la tradizione del loro territorio. 

Sono ammessi al concorso i salumi crudi composti di carne magra e grassa macinata o tagliata a coltello e insaccata in budello o vescica naturali, sia quelli denominati “salame” sia prodotti affini quali, ad esempio: “sopressa veneta”, “soppressata calabrese”, “finocchiona”, ecc. 

Sono ammessi solo prodotti regolarmente in vendita nel rispetto delle norme di legge, anche ove ne sia consentita la sola vendita diretta. 

Sono esclusi i salami contenenti additivi chimici fatta eccezione per nitrati (purché in dosi nettamente inferiori ai limiti di legge), ovvero quel “salnitro” utilizzato anche dai vecchi contadini.

Sono ovviamente ammessi spezie, erbe, aromi e condimenti naturali previsti nelle ricette storiche del territorio o in ricette innovative del produttore. Sono esclusi invece ingredienti quali: derivati del latte e zuccheri, pur naturali, utilizzati per alterare i tempi della stagionatura, accelerare le fermentazioni, trattenere acqua e in genere per qualsiasi pratica finalizzata a mascherare difetti della materia prima o del ciclo produttivo. 

Per partecipare al concorso occorre inviare entro il 30 aprile 2014 il prodotto candidato accompagnato da una scheda tecnica da anticipare via fax anche allo 0422 432933. 

Tale scheda deve essere compilata integralmente con i seguenti dati: 

  • denominazione commerciale del prodotto,    
  • denominazione aziendale del prodotto,    
  • lista completa degli ingredienti,
  • tracciabilità delle carni,    
  • dati dell’azienda produttrice,    
  • eventuali certificazioni.    

Può comprendere in via facoltativa (la maggior ricchezza di informazioni è considerata dalla Giuria nota di merito):

  • descrizione della tecnologia produttiva,
  • descrizione dei luoghi di produzione, dall’allevamento alla stagionatura,
  • informazioni storiche e aneddoti sul prodotto candidato e sull’azienda produttrice (con liberatoria per la pubblicazione). 

L’indirizzo a cui il prodotto deve essere inviato è:

Az. Agr. Claudio Mariotto
Strada per Sarezzano, 29 - Vho
15057 Tortona (AL) 

Tel. 0131 868500    

Per maggiori informazioni è possibile scaricare il regolamento completo e la scheda di adesione

Maggiori informazioni sulle edizioni passate a questo link

 

1° QUARTO DI FINALE  

mercoledì 16 aprile 2014 dalle ore 9,00 alle 13,00

Si è svolto l'incontro della Giuria del 1° Quarto di Finale, che ha riguardato i prodotti di Abruzzo, Lazio, Marche, Toscana, e Umbria, nella prestigiosa sede dell'Istituto IPSSAR F. BUSCEMI - p.zza Mons. Sciocchetti, 6 - 63074 S.Benedetto del Tronto (AP) - Tel. 0735 587044

A breve verranno comunicati i nomi dei produttori che hanno superato questa fase per entrare ad una delle due semifinali.

 

2° QUARTO DI FINALE  

mercoledì 30 aprile 2014 dalle ore 9,00 

L'incontro della Giuria del 2° QUARTO DI FINALE che riguarda i prodotti di Calabria, Puglia, Sicilia, Campania, Basilicata, Molise, nonché Abruzzo e Lazio che non hanno partecipato alla precedente giuria, si è svolto nella prestigiosa sede dell'Istituto IIS G.GANGALE- p.zza Kennedy, 10 - 88811 Cirò Marina (KR) - Tel. 0962 35994, presso la sede dell'Alberghiero in località Ceramidio - Referente: prof. Modesto Ascoli cell 340 0863697

A breve verranno comunicati i nomi dei produttori che hanno superato questa fase per entrare ad una delle due semifinali.

 

3° QUARTO DI FINALE

giovedì 22 maggio 2014 dalle ore 9,00 

Incontro della Giuria del 3° QUARTO DI FINALE che riguarda i prodotti di Emilia Romagna, Liguria, Lombardia e Piemonte (ed altri eventuali di altre regioni che non hanno potuto partecipare alle precedenti giurie) 

Si svolgerà nella prestigiosa sede del CAMPUS Universitario di Parma - Aula C del plesso di Agraria

Referente: Guido Stecchi cell 347 6931403

Oltre alla giuria tecnica, ce ne sarà una consultiva composta dagli allievi del MASTER COMET e del corso di laurea in Scienze Gastronomiche. 

Nel caso in cui i produttori non possano partecipare personalmente, c'è la possibilità di far pervenire entro il 21 maggio p.v. i prodotti in gara presso l'azienda Casa Schizzati - c.a. sig. Marco Cavani - Via Remitaggio, 1 - 43038 Sala Baganza (PR) - cell. 340 6793853, indicando sul pacco: "PER ACCADEMIA 5T / CAMPIONATO ITALIANO DEL SALAME - QUARTO DI FINALE DEL 22.5

 

4° QUARTO DI FINALE

martedì 27 maggio 2014 dalle ore 9,00 

Incontro della Giuria del 4° QUARTO DI FINALE che riguarda i prodotti di Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Veneto (ed altri eventuali di altre regioni che non hanno potuto partecipare alle precedenti giurie). 

Si svolgerà nella prestigiosa sede dell'Istituto IPSAR Luigi Carnacina - Via Europa Unita - 37011 Bardolino (VR) - Tel. 045 6213311

Referente: Guido Stecchi cell 347 6931403

Oltre alla giuria tecnica, ce ne sarà una consultiva composta dagli allievi dell'Istituto L.Carnacina. 

Nel caso in cui i produttori non possano partecipare personalmente, c'è la possibilità di far pervenire entro il 26 maggio p.v. i prodotti in gara presso lo stesso Istituto IPSAR Luigi Carnacina, indicando sul pacco: "PER ACCADEMIA 5T / CAMPIONATO ITALIANO DEL SALAME - QUARTO DI FINALE DEL 27.5"

 

Per comunicazioni e informazioni ulteriori: 

- segreteria tel. 0422 432999 

- presidente di giuria Prof. Guido Stecchi cell 347 6931403.