Le ultime notizie

Unico simbolo, due realtà, obiettivo: fare del cibo sano la nostra mission! Dal 2005 A5T cerca e seleziona solo aziende che producono bene e buono, con disciplinare etico e ora, bollino di appartenenza!

Cosa sono le 5T

Articolo  0 Commenti
Interlinea+- ADimensione Carattere+- Stampa questo articolo

Cos'è l'Accademia delle 5T

L’Accademia delle 5T della Qualità (Territorio, Tradizione, Tipicità, Trasparenza, Tracciabilità: www.a5t.it) è un movimento culturale che si concretizza in un'associazione senza scopo di lucro di aziende e persone che producono o somministrano prodotti agroalimentari legati al Territorio e che si distinguono per Tradizione e/o Tipicità. Contadini, commercianti, ristoratori, casari, norcini, maestri distillatori, vignaioli, fornai, pastori... e quant'altri, compresi enti pubblici, consorzi, imprese, che hanno fatto una scelta di campo coraggiosa e più faticosa, si sono uniti per promuovere, tutelare e diffondere il buono, sano e naturale.

L’Accademia delle 5T nasce con questi obiettivi principali: 

  • essere un sodalizio per la diffusione dei prodotti, dell’accoglienza, del turismo e dell’informazione di qualità che si richiami al bene del territorio; 
  • essere uno strumento di promozione, attraverso la conoscenza e l’utilizzo, per gli associati aziende e consorzi, di adeguati e innovativi strumenti di mktg e comunicazione; 
  • essere un movimento culturale che operi per la tutela presso gli enti nazionali e comunitari dell’integrità, naturalità e qualità dei prodotti tipici e tradizionali; 
  • essere uno strumento didattico a 360° con intensa attività di formazione degli addetti ai lavori e degli studenti delle scuole inferiori e superiori (è socia fattiva dell'Association Européenne del Ecoles d'Hotellerie e du Tourisme) e degli studenti universitari, oltre che di educazione alimentare dei consumatori. 

L'Accademia delle 5T ama e sostiene la biodiversità e la diversità culturale e promuove la conoscenza, anche nel nome della libertà di scelta del cittadino, del buon cibo quotidiano che in ogni territorio persone capaci e oneste propongono e si sforzano di tutelare, quello che viene innanzitutto dalla terra, legato ai valori della sostenibilità e della naturalità, perché la natura ha sempre ragione e va trattata con timore e rispetto affinché sia alleata e non nemica.

E lo fa nel nome di due T che oggi hanno assunto, un'importanza fondamentale nella difesa del cittadino consumatore: Trasparenza e Tracciabilità.

Cosa sono le 5T

Il Territorio

Il Territorio, dal punto di vista della filiera agroalimentare, è uno spazio geografico più o meno ampio ma delimitato dove una o più comunità umane hanno costruito, nel corso della storia, una cultura collettiva che agisce sulle abitudini familiari e sulle attività produttive. Questa cultura è fondata su un sistema di interazioni tra l'ambiente naturale e un insieme di fattori umani che da luogo a elementi di diversità e specificità dei prodotti che ne hanno origine.

La Tradizione

La Tradizione è ciò che vale la pena conservare dell'innovazione del passato. È un insieme di abitudini familiari e collettive che si consolidano con il tempo e lo attraversano incolumi portando con sé competenze e conoscenze. È un concetto dinamico, che dipende sì dal tempo, ma non vi è una vera e propria regola che ne definisce dettagliatamente i contorni. Un giorno molti prodotti che oggi non sono tradizionali saranno considerati tali. La tradizione è determinata della caratteristiche ambientali del Territorio e dalla storia e le genti che l'hanno attraversato e l'attraversano. 

La Tipicità

La Tipicità, diversamente dalla Tradizione, non ha necessariamente legami con il tempo e con la storia: dipende invece dalla vocazione territoriale per motivi pedoclimatici e/o di ambiente umano. Quindi, nella maggioranza dei casi, è la natura a stabilirla. Un prodotto può vantare Tipicità se presenta caratteri di diversità semplicemente dall’ambiente e da tutto quello che lo costituisce, sia quando è inserito nel territorio nel lento processo dell’evoluzione della vita, sia quando dimostra queste caratteristiche pur se introdotto recentemente dall'uomo. 

La Trasparenza

La Trasparenza, dal punto di vista della filiera agroalimentare, è la massima informazione possibile al consumatore delle caratteristiche intrinseche del prodotto e della sua composizione. Si riferisce sia alla quantità, sia alla qualità e soprattutto all'immediata comprensibilità dell'informazione stessa.

La Tracciabilità

La Tracciabilità è il processo informativo che segue il prodotto durante tutta la sua filiera produttiva e che permette di documentarne il luogo d'origine, ogni fase di produzione, trasformazione e conservazione, fino al suo consumo.