Le ultime notizie

La nostra storia

Articolo  0 Commenti
Interlinea+- ADimensione Carattere+- Stampa questo articolo

L'Accademia delle 5T nasce alla fine del 2004 per iniziativa di Guido Stecchi (nominato presidente) e Francesco Donadini (direttore e sponsor, che ha messo a disposizione sede e personale),come evoluzione di un'idea di mettere insieme le Comunità Montane rappresentative di alcune terre d'eccellenza dal punto di vista della loro cultura enogastronomica. La cronica lentezza degli enti pubblici impone la scelta di operare con gli operatori, pur se alcuni enti sono ugualmente tra i soci fondatori. La coincidenza che la lettera T è l'iniziale sia di Territorio sia di Tradizione sia in italiano sia in inglese sia in francese porta a scoprire che anche le altre T fondamentali per definire la genuinità del cibo hanno questa caratteristica. Ed ecco come nasce il nome. Dopo la presentazione ufficiale nello stand della Regione Toscana alla BIT di Milano (febbraio 2005), il primo impegno è una serie di rassegne gastronomiche nei ristoranti che facevano già parte dei soci fondatori. I promotori del sodalizio, infatti, già da decenni erano impegnati in questi tipo di eventi, anticipando una tendenza che si è poi molto diffusa. Un passo importantissimo è già la nascita nel 2005 del Campionato Italiano del Salame, che otterrà presto il patrocinio del MIPAAF e si rivelerà fondamentale nel far emergere i produttori più sensibili alla naturalità del prodotto e soprattutto la consapevolezza dell'importanza di rispettarne tradizione e diversità. Nel 2006 il passo più ardito: l'accettazione di metter mano, per dare qualità e credibilità, al periodico Sapori d'Italia, distribuito solo al trade, fortemente a rischio e con una dubbia immagine. Dopo due anni di difficile convivenza con la precedente gestione, nel 2008 inizia la collaborazione con una nuova società editrice e Sapori d'Italia va in edicola. Oltre alla partecipazione, insieme a gruppetti di soci, alle principali fiere, quasi sempre accompagnate da creatività e impegno culturale e all'organizzazione di diversi convegni scientifici o su problemi d'attualità, tra le tante altre importanti iniziative ci limitiamo a citare: l'idea de La Giornata del Miele il 7 dicembre, giorno di S.Ambrogio, protettore delle api; Antipasto all'Italiana, ovvero un premio destinato alle scuole alberghiere per sensibilizzare alla conoscenza del territorio; il ristorante SolGoloso presso Vinitaly a Verona; Trasparenza, premio riservato ai ristorante con il menu più esaustivo; Merenda o Merendine, un progetto di informazione sulla salubrità di ciò che diamo ai nostri figli poi evolutosi nel CD Come Leggere le Etichette; i progetti MEET e Routes, finanziati dalla UE, nell'ambito del programma comunitario Leonardo-VETPRO...