Le ultime notizie

Coniglio in potacchio

Articolo  0 Commenti
Interlinea+- ADimensione Carattere+- Stampa questo articolo
Coniglio in potacchio
Ti può interessare anche:
Autore: Massimo Biagiali
Ristorante: Ristorante Il Giardino di S.Lorenzo in Campo (PU)

Ingredienti per 6/8 persone

  • 1 coniglio intero
  • 1 fetta sottile di pancetta schiacciata
  • 2 spicchi di aglio
  • olio extra vergine di oliva
  • 1 bicchiere di vino
  • rosmarino
  • sale
  • pepe

Preparazione
Tagliamo il coniglio a pezzi, insaporiamo con il sale e il pepe e mettiamolo nella casseruola con l'olio extra vergine di oliva e la pancetta tagliata a dadini, facciamo rosolare fino a quando non sarà ben dorato.
Sminuzziamo il rosmarino e l'aglio e mettiamoli in un bicchiere con il vino. Versiamo poi il vino così insaporito sopra il coniglio, facciamo asciugare, quindi copriamo la casseruola e ultimiamo la cottura.
 
Il coniglio è un ingrediente base della cucina d'entroterra marchigiana ed è proposto in piaati molto semplici perché è quasi sempre "di casa" allevato come si deve e quindi deve essere esaltato il gusto della sua carne valorizzato dagli aromi più classici, ovvero pepe, rosmarino e aglio.

Un'altra ricetta diffusissima nelle Marche collinari è il "coniglio in porchetta", che comprende pure il rigatino (pancetta), olive nere snocciolate, finocchio selvatico.

Accompagniamo questo piatto con il Verdicchio dei Castelli di Jesi classico superiore Doc di Stefano Mancinelli. E condiamolo con l'olio extra vergine d'oliva monovarietale Terre dei Goti, da olive Raggia, della medesima azienda.

Ricetta pubblicata su Sapori d'Italia 41, Maggio/Giugno 2014

Articolo  0 Commenti

Altre ricette

Guazzetto di mare in cartoccio con piopparelli

Guazzetto di mare in cartoccio con piopparelli 0

Ingredienti per 4 persone 4 grossi scampi vivi 4 grossi gamberoni freschi 1 scorfano di circa 500-600 g 250 g di pioppini 1 ciuffo di cerfoglio 1 ciuffo di prezzemolo 1 spicchio d’aglio 1 bicchiere di Moscato secco o altro vino aromatico olio extra vergine d’oliva pepe salePREPARAZIONE Sfilettiamo lo scorfano e lessiamone testa e lische in poca acqua e vino bianco. Mettiamo in un tegame i funghi con l’aglio, olio e sale; facciamoli cuocere finché non saranno asciutti, bagniamoli con un po’ di liquido di cottura delle teste e facciamo evaporare, poi pepiamoli. Stendiamo quattro fogli di carta oleata e ungiamoli d’olio, mettiamo su ciascuno mezzo filetto di scorfano e i crostacei privati del guscio ma ancora con la testa, aggiungiamo i funghi, le erbe tritate e un filo…