Le ultime notizie

Aceto balsamico tradizionale Pedroni (ACETAIA PEDRONI)

Articolo  0 Commenti
Interlinea+- ADimensione Carattere+- Stampa questo articolo
Aceto balsamico tradizionale Pedroni
Ti può interessare anche:
Categoria:
Tipologia:
Azienda: ACETAIA PEDRONI - www.acetaiapedroni.it

Nome commerciale: Aceto balsamico tradizionale Pedroni
Scheda tecnica: scarica il documento

Nell’annuale Palio di S. Giovanni, l’affascinante kermesse tra aceti balsamici fatti con amore nelle case della campagna modenese, quello di Pedroni è quasi sempre il primo tra gli aceti in commercio

L’aceto balsamico tradizionale di Modena è uno dei prodotti d’immagine del made in Italy enogastronomico. Gli stanno alla pari pochissimi altri prodotti: il tartufo bianco, l’olio extravergine, il Parmigiano Reggiano... Come sempre in questi casi, gli sono saltati addosso i soliti furbi e hanno pure trovato credito: “che diamine! dicono costoro il tradizionale è un grandissimo prodotto, inimitabile, guai a toccarlo, ma costa una barca di soldi. Riducendo i tempi di invecchiamento, rinunciando a quei 12 anni e a quella sfilza di botticelle, possiamo ugualmente ottenere un prodotto molto diverso dal normale aceto di vino e accattivante per il suo equilibrato dolceagro, allargando, in questo modo, il mercato. Lo chiamiamo “aceto balsamico di Modena”, senza quell’aggettivo “tradizionale” con cui distinguiamo il tipo storico”. Se le cose stessero così, appropriazione del nome a parte, il ragionamento non farebbe un grinza. Purtroppo non stanno così: le regole che tutelano il “tradizionale” sono tanto severe quanto sono lassiste, diremmo del tuto inutili, quelle che dovrebbero caratterizzare l’aceto balsamico “moderno”. Può persino essere un aceto di vino con l’aggiunta di un po’ di mosto e di coloranti e conservanti! Per fortuna c’è pure chi, come lo stesso Pedroni, fa un balsamico “moderno” nello stesso modo con cui fa il tradizionale, limitandosi solo a ridurre l’invecchiamento o, tuttalpiù, aggiungendo un po’ di aceto di vino (in dose minore rispetto al mosto, tanto che, come da legge, è elencato dopo tra gli ingredienti). Ma il prodotto che vogliamo consigliare in queste pagine è proprio il “tradizionale” di Pedroni: è Natale, siamo portati a spendere qualcosina di più, magari non sappiamo cosa regalare a chi merita una particolare considerazione. È quindi il momento giusto di fare questo sforzo, tanto più che, in fondo, l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena si usa a gocce e ha una resa così elevata che il costo si ammortizza. L’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena è ottenuto da solo mosto d’uva cotto, maturato per lenta acetificazione, derivata da naturale fermentazione e da progressiva concentrazione mediante lunghissimo invecchiamento in serie di vascelli (botticelle) di legni diversi, senza alcuna aggiunta di sostanze aromatiche. Di colore bruno scuro, carico e lucente, manifesta la propria densità in una corretta, scorrevole sciropposità. Ogni campione di “Balsamico”, cioè di prodotto che letteralmente produce solievo e benessere in coloro che lo usano, porta l’impronta di colui che lo produce, ed è diverso da tutti gli altri. L’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena è un prodotto vivo, che si evolve nel tempo. Con le cure necessarie, non può che migliorare, in un crescendo di aromi e sapori ottenuti con pazienza e passione. Particolari microrganismi si riproducono nel tempo, e sono il risultato di una naturale selezione che dura da centinaia di anni. Sono fondamentali nella diversificazione degli aromi, i tipi di legno utilizzati per i barili. Il legno, infatti, consente l’ossigenazione del liquido, ne favorisce l’evaporazione e contribuisce alla sua caratterizzazione attraverso la sua essenza specifica. Numerosi i riconoscimenti ottenuti negli anni dalla Famiglia Pedroni, a testimonianza della qualità e della passione tramandate di generazione in generazione, infatti è quasi sempre il primo tra quelli in commercio(ovvero non di produzione esclusivamente riservata a familiari e amici) nel concorso annuale “Il Palio di S.Giovanni” dal 1967 a Spilamberto.

ACETAIA PEDRONI
Via Risaia, 4 41015 Rubbiara di Nonantola (MO) 
Tel 059 548096 ufficio 059 549019 osteria Fax 059 548520 
info@acetaiapedroni.it www.acetaiapedroni.it

Articolo  0 Commenti